Ospedale di Morbegno
Potenziato il Centro Psichiatrico

 
  • 11 marzo 2013
  •  

  •  
 

Morbegno – L’ospedale civile sotto la lente per i timori di chiusura di alri reparti (Foto by Sandonini Dervio)

 

Morbegno – Ci sono importanti novità in vista, per l’anno in corso, sull’ospedale di Morbegno. Ventilate, peraltro, a inizio anno da Gianola, ma non dettagliate fino in fondo in quella fase. Oggi, invece, i vertici Aovv escono allo scoperto palesando, quanto meno, un’intenzione chiara rispetto al servizio di Psichiatria.

«La nostra intenzione – spiega Luigi Gianola – è quella di realizzare qui il Centro per i disturbi del comportamento alimentare che avevamo previsto al Morelli di Sondalo, introducendo anche i sei relativi posti letto. Lo so, il Piano di riorganizzazione ospedaliera aziendale recitava diversamente. Però, è una valutazione che stiamo facendo a ragion veduta e insieme agli operatori del settore, Mario Ballantini, responsabile del dipartimento di Salute Mentale dell’Aovv, in primis. Perché va detto che i maggiori bisogni di salute a questo proposito vengono proprio dall’area che interessa il morbegnese e la Valchiavenna. Ovvio, ci sono dei casi anche in Alta Valle, come ovunque. Però, il cuore del problema è in questa zona, quella più ricca, del resto, in cui le patologie legate ai disturbi alimentari attecchiscono maggiormente, perché non sono, in genere, figlie di situazioni di povertà, come si potrebbe pensare, ma, al contrario, di situazione di benessere».

La dirigenza Aovv, quindi, sta pensando di inserire sei letti di degenza per queste patologie nel padiglione Mattei dell’ospedale di Morbegno, mentre il servizio ambulatoriale e semiresidenziale di Psichiatria sarà concentrato nei locali dell’ex Pronto soccorso.

«Intanto, – spiega Gianola spostando l’attenzione sui lavori di consolidamento – ho visitato il cantiere dei padiglioni Mattei e Parravicini in cui sono in corso opere di consolidamento e ristrutturazione per 5,5 milioni di euro. Le opere proseguono come da programma, tant’è che, a settembre, l’ala in oggetto sarà del tutto agibile e potremo spostarvi il Centro dialisi forte di 32 postazioni».

«E’ un’ottima previsione di termine lavori – dice Gianola – che rende giustizia di tante inutili illazioni circa lo smantellamento di questo ospedale». Va anche ricordato,infine, che, a Morbegno, dovrebbe concentrarsi anche gran parte dell’attività di Oculistica ed Odontostomatologia dell’Azienda Ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna.

Annunci