Morbegno, l’allarme dei genitori
«E’ facile comprare la droga»

  • 29 marzo 2013
  •  

Cresce l’allarme per lo spaccio tra i giovani (foto d’archivio)

MORBEGNO Una settantina i genitori all’incontro conclusivo della campagna “Urla al mondo che vuoi vivere”. Durante il dibattito è emersa la grande preoccupazione per la presenza, sempre più vicina ai ragazzi, degli spacciatori. Sono dappertutto: nelle piazze, vicino alle scuole, nelle discoteche, sul treno e trovare la “roba” è un’ impresa tutt’altro che difficile. Spaventa anche l’inconsapevolezza dei ragazzi rispetto ai danni neurologici e psicologici delle droghe.

«L’abuso di sostanze è un fenomeno sociale in crescita anche nei nostri paesi – sottolinea l’assessore ai Servizi sociali Cristina Ferrè – I dati dell’Osservatorio Provinciale dalle politiche giovanili evidenziano che l’età del primo approccio con le sostanze è scesa tra i 12 e i 13 anni. Il dato più sorprendente è la scarsa percezione di pericolosità che hanno i ragazzi: la cocaina e l’eroina vengono condannate dal 74% dei ragazzi; mentre la cannabis solo dal 55%. La convinzione è che si possono tranquillamente provare perché poi si può smettere in qualsiasi momento».

Annunci