SIAMO ARRIVATI AL PARADOSSO

Abbiamo in Italia, paese di pensatori, di navigatori e quant’altro, un esempio del più puro ed inqualificabile, e non definisco altro per rispetto alle istituzioni, individuo che sta infangando, con le sue maldicenze ed il suo disdicevole comportamento, una nazione. Ha motivato il suo atteggiamento adducendo essere perseguitato da giudici “comunisti”, non sapendo che proprio la MAGISTRATURA ha il sacrosanto dovere di svolgere le loro mansioni giudicando ogni cittadino. Il perdurare del suo atteggiamento e il suo stuolo di impiegati (dicasi onorevoli) che farneticando si autodimettono dalle cariche istituzionali per il volere del loro sommo capo, ha avuto un riflesso negativo per la democrazia che sta andando irreparabilmente in declino.

                                                                             VERGOGNA