Prime opere concluse

al Ponte del Baffo

  • 22 dicembre 2013

La località Ponte del Baffo interessata dai lavori che sono iniziati nel 2011 dopo la frana

Da questo mese è più sicuro l’accesso alla Valmasino: si conclude la prima grossa tranche di lavori, partiti nel maggio del 2011, per la realizzazione del vallo paramassi nella località Ponte del Baffo.

Nel dicembre 2009 dal versante che si trova nel comune di Ardenno, ma all’imbocco della Valmasino (anche del Comune di Civo) si staccò una frana stimata in circa 10mila metri cubi che colpì la zona limitrofa al ponte del Baffo.

La Valmasino in quel momento si trovò in ginocchio, perché il grosso smottamento aveva sbarrato l’unica via di accesso verso il fondovalle. Soprattutto il fenomeno contingente mise a nudo la secolare fragilità della montagna, «alla quale non si potrà mai rimediare totalmente. Questo non significa che non si debba mettere mano alla sua sicurezza per limitare il più possibile nuovi episodi franosi e oggi possiamo dire che l’accesso alla valle è più tranquillo e sicuro», ha spiegato ieri l’assessore provinciale ai lavori Pubblici Silvana Snider durante la conferenza stampa che si è tenuta nella sala consiliare di Ardenno alla presenza dell’assessore comunale ardennese Giuseppe Songini, del sindaco di Valmasino Ezio Palleni, dei tecnici di Provincia, Regione, Protezione civile, progettisti e responsabile delle imprese appaltatrici.

Tutti concordi non solamente nel rimarcare la buona riuscita di un intervento significativo, ma anche sui tempi rispettati nella messa in opera e la buona coordinazione fra gli attori in gioco. «Non è così scontato che nei lavori pubblici si realizzino sempre tutte queste condizioni favorevoli – ha rimarcato Snider -: questa volta è successo, perché si è lavorato bene insieme con professionisti, tecnici, uomini della protezione civile e amministratori che a vario titolo hanno messo a frutto i 4 milioni di euro stanziati dalla Regione per completare la messa in sicurezza di questo tratto di montagna e di viabilità, che dà più sicurezza alla Valmasino e alla sua economia».

Ha poi aggiunto il sindaco di Valmasino, Palleni: «Senza questa sinergia e senza un ente come la Provincia che ha saputo coordinarci e che anche per questo ha ragione di esistere, non saremmo mai arrivati a questi risultati in tempi tanto stretti dando respiro a una vallee che ha patito molto».

Con i 4milioni di euro è stato studiato il progetto di mitigazione del rischio in località ponte del Baffo e all’imbocco della vallata. Che dal 2009 rimane sorvegliata speciale nell’intera zona che si estende fra i Comuni di Ardenno, Civo e Valmasino. «Un’area che – ha sottolineato l’assessore Songini – è tristemente nota per fatti calamitosi che si sono susseguiti nel tempo. E che, grazie a interventi come quello concluso in questo mese di dicembre, si è potuta risollevare e continuare a vivere».

Annunci