Peperoncino, l’elisir di salute e bellezza che combatte anche il dolore

Facilita la digestione, aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari e secondo alcuni esperti ha un ruolo importante anche come sostanza anti-cancro e come anti-dolorifico. Da una recente ricerca pubblicata sul Journal of Medicinal Chemistry, infatti, è emerso che è anche in grado di bloccare la percezione del dolore. Non è una medicina, ma il peperoncino che, tra l’altro, si rivela prezioso anche in campo cosmetico aiutando a controllare il peso, a combattere la cellulite e la caduta dei capelli. L’oro rosso della tavola sarà protagonista della quarta edizione di “Rieti Cuore Piccante“, la Fiera Mondiale del peperoncino che si svolgerà dal 28 al 31 agosto a Rieti e nell’ambito della quale sarà presentato anche il libro “La salute e il peperoncino” che raccoglie gli studi scientifici che dimostrano i positivi effetti sulla salute che può avere un’assunzione moderata e intelligente del capsicum annum, nome scientifico del peperoncino. Ecco tutte le virtù di questo super-food da gustare in cucina ogni volta che è possibile

– Antidolorifico

Il peperoncino può togliere il dolore. Lo dimostrano degli studi medici portati avanti e approvati dalla FDA, l’ente americano per i farmaci e l’Emea, agenzia europea del farmaco. Infatti, la capsaicina, ingrediente responsabile dell’effetto piccante, trasferita su un cerotto, è in grado di eliminare per tre mesi il dolore neuropatico (tranne quello diabetico). Il principio attivo contenuto in questo tipo di cerotto è la capsaicina, una sostanza contenuta solitamente nel peperoncino che è un “agonista selettivo” del “recettore vanilloide potenziale transiente 1” (TRPV1). Ciò significa che stimola il recettore TRPV1, riscontrato nei recettori del dolore nella pelle. Il cerotto contiene dosi elevate di capsaicina che sono rilasciate in modo rapido e che inducono un’ultrastimolazione dei recettori TRPV1. Per effetto della stimolazione eccessiva i recettori diventano “desensibilizzati” e non sono più in grado di rispondere agli stimoli che normalmente provocano dolore nei pazienti con dolore neuropatico periferico.

Proprietà nutrizionali
Il peperoncino è un alimento poco calorico essendo composto come tutti i vegetali, prevalentemente di acqua, ma al tempo stesso è ricco di vitamine e di sali minerali. Potassio e fosforo, in particolare, sono tra i sali minerali più abbondanti, mentre le elevate quantità di vitamina C in esso contenute, lo rendono un prezioso alleato per mantenere in efficienza il sistema immunitario. Antiossidanti come carotenoidi e flavonoidi sono presenti in buone quantità e contribuiscono a combattere i radicali liberi nell’organismo contrastando quindi i fisiologici processi di invecchiamento

CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI DEL PEPERONCINO
Valori medi per 100 g
Peperoncino rosso, crudo Peperoncino verde, crudo
ENERGIA kcal
(kJ)
40
(167.2)
40
(167.2)
Acqua G 88.02 87.74
Proteine G 1.87 2.00
Carboidrati G 8.81 9.46
Grassi G 0.042 0.20
– Di cui saturi G 0.042 0.021
– Di cui monoinsaturi G 0.024 0.011
– Di cui polinsaturi G 0.239 0.109
Colesterolo mg 0 0
Fibre G 1.15 1.5
Sodio G 9 7
SALI MINERALI E MICROELEMENTI
Potassio mg 322 340
Magnesio mg 23 25
VITAMINE
Vitamina A mg 52 59
Tiamina (Vitamina B1) mg 0.072 0.090
Riboflavina (Vitamina B2) mg 0.086 0.090