Da abitare roma – giornale on line

Le strade del V: un autentico e datato colabrodo

Solo a Centocelle ci sono delle strade di poco più di 100 metri ridotte praticamente ad autentiche groviere e dalle quali giornalmente transitano centinaio di corse del trasporto pubblico locale
di Alessandro Moriconi – 9 febbraio 2015

I 250.000 mq subito e i 500.000 mq previsti entro luglio di rifacimento dell’asfalto di numerose strade in carico al Dipartimento Mobilità, annunciate nei giorni scorsi attraverso comunicati stampa dell’Assessore ai LL.PP. Pucci, non sono altro che una goccia nel mare del dissesto delle strade dell’intero patrimonio viario del Comune di Roma. Infatti buche e voragini rappresentano una trappola agli automezzi pubblici e privati e sempre più spesso una minaccia all’incolumità fisica di ciclisti e motociclisti.

Un impegno, quello annunciato dall’Assessore Pucci a nome della Giunta Marino che la stragrande maggioranza del Popolo Romano ha accolto sì con soddisfazione ma anche con una laconica, rassegnata esclamazione: “meglio questo di niente”.

Nel Municipio Roma V da anni, per quanto riguarda la manutenzione stradale, sia quella ordinaria che straordinaria, non va per niente bene. Prima c’è stato il blocco del patto di stabilità che ha annullato anche lavori programmati da tempo e poi piani investimenti sempre avari per quanto concerne la manutenzione e la messa in sicurezza delle strade. E anche il 2015 non si annuncia certo migliore, visto l’esiguo piano investimenti destinato nel Bilancio di previsione per il nostro Municipio.

via delle Albizzie

Le strade interne in carico al Municipio sono nella stragrande maggioranza dei casi vetuste. Infatti l’ultimo rifacimento del manto stradale si perde nella notte dei tempi e le ultime precipitazioni atmosferiche e il transito dei mezzi pubblici di trasporto e quelli da e per i cantieri della MetroC, le hanno trasformate le strade dei quartieri in pericolosi colabrodo.

Per quanto concerne il Municipio Roma V non si conosce neppure il criterio alla base del quale sono state decise le priorità di intervento e che fine abbia fatto quel famoso tesoretto di cui abbiamo già parlato all’indomani delle elezioni amministrative del 2013 e nel corso del 2014 ammontante a circa 700.000 € ricevuto di fatto in dote dall’ex Municipio Roma VII. Non sappiamo se sono stati utilizzati, e se no, ci si domanda del perché questi non vengano utilizzati per mettere in sicurezza le situazioni viarie più problematiche.

via delle AlbizzieSolo a Centocelle ci sono delle strade di poco più di 100 metri ridotte praticamente ad autentiche groviere e dalle quali giornalmente transitano centinaio di corse del trasporto pubblico locale. E se questa non è una priorità…

Le foto riguardano via delle Albizzie 100 metri esatti che vanno da via Tor de Schiavi a viale della Primavera (Centocelle)

 

Annunci