Metro C entro giugno l’arrivo a Lodi. Da fine febbraio chiuderà alle 21.30

Scattata la penale per i ritardi nei cantieri. Novità anche per la linea B1 con l’apertura il 30 aprile della stazione Jonio
Redazione – 12 febbraio 2015

Novità in vista per le metropolitane di Roma. Ad annunciare i nuovi aggiornamenti di calendario è stato Paolo Omodeo Salè, il presidente di Roma Metropolitane, durante la riunione di mercoledì 11 febbraio della commissione capitolina della Metro C.

Si parte dal prolungamento dell’orario della linea C, attualmente in servizio dalle 5.30 alle 18.30, che da fine febbraio chiuderà alle 21.30. Prevista anche entro il 30 giugno, con possibile sfasatura di un mese, l’avvio della tratta Centocelle-Lodi.

Con l’arrivo fino alla stazione Lodi si prospetta un cambiamento anche per il trasporto di superficie, come spiega l’assessore alla Mobilità Guido Improta: “Sposteremo il capolinea dell’autobus 50 express da Centocelle, dove si trova ora, a Lodi per far arrivare le persone a San Giovanni e Termini. Elimineremo anche il bus 105, già oggi la sua frequenza è passata da 3 a 6 minuti”.

improta

Sottolinea Improta: “Mi auguro che entro il 2016 si creino le condizioni per arrivare fino ad Ottaviano. Il 23 dicembre abbiamo depositato il progetto definitivo – continua l’assessore – per la stazione Venezia e il preliminare fino a Ottaviano, dove stiamo definendo la zona di entrata delle talpe”.

Mentre il presidente di Roma Metropolitane auspica di arrivare alla Farnesina in tempo per le eventuali Olimpiadi. “Pensiamo – afferma Salè – che si possa procedere da Clodio a Farnesina, senza passare per la fermata intermedia Auditorium”.

Anche se per quanto riguarda i ritardi dei cantieri della Metro C  è già scattata la penale. “Ogni giorno la sanzione è di 130mila euro: a fine aprile, i mesi di ritardo saranno già otto – precisa Improta – Sinora la Metro C è costata 3 miliardi e mezzo sulla misura delle trenta stazioni sino a Clodio. Fino ad oggi sono stati spesi 1,7 miliardi”. Il conto con le aziende costruttrici si farà solo alla fine, dopo la consegna di Lodi.

Oltre alla linea C, qualcosa si muove anche per la B1. E’ fissato, infatti, per il 30 aprile l’apertura della stazione Jonio. Il pensiero dell’assessore alla Mobilità capitolino punta pure alla problematica Roma-Lido con l’obiettivo di climatizzare tutti i treni per l’estate 2015. “E’ per questo motivo che in questo momento ce ne sono meno in esercizio sulla linea”, conclude Improta.

Annunci