Sfasci nel parco di Centocelle: residenti in piazza contro l’ennesima proroga

Una rete di associazioni del territorio riunite nel gruppo Parco di Centocelle Libero organizza un sit in per il 26 Maggio sotto il Campidoglio


No all’ennesima proroga per gli sfasciacarrozze della Togliatti, sì a un parco libero e salubre. I cittadini di Centocelle organizzano la protesta. Il 26 Maggio si riuniranno in piazza del Campidoglio per una catena umana contro l’immobilismo che in materia di delocalizzazione dei rottamatori è rimasto fermo alle promesse. 

A organizzare il sit in una rete di associazioni del territorio riunite nel gruppo Parco di Centocelle Libero, con apposita pagina Facebook. Un rebus che da anni aspetta soluzioni quello dei rottamatori da trasferire fuori dal Raccordo, con la salute dei cittadini sempre più a repentaglio.

Le concessioni date a una ventina di attività che occupano da decenni il versante orientale del Parco di Centocelle scadranno tra giugno e novembre, e dal Campidoglio il rinnovo ancora una volta è dato per certo, “inevitabile” per il presidente delle Commissione Ambiente, Athos De Luca. Se infatti la dislocazione degli ‘smorzi’ non è avvenuta fino ad oggi, dopo anni di rimpalli e accordi rimasti sulla carta, è quasi impossibile che avvenga in pochi mesi.

Il Municipio non ci sta e fa muro insieme ai residenti. “Va bene che il trasferimento è impensabile in pochi mesi, ma attenzione a prendere la questione sotto gamba, chiediamo al Comune di stringere i tempi, altrimenti è impossibile anche solo progettare i lavori per il terzo stralcio, che è esattamente dove insistono gli sfasci”.

Annunci