Parco di Centocelle, si punta a riaprire l’ingresso carrabile: “Soluzione entro 10 giorni”

Parco di Centocelle, si punta a riaprire l’ingresso carrabile: “Soluzione entro 10 giorni”

Entrare dal civico 712 e uscire dal 730. Questa la possibile soluzione del problema dell’accesso al parco con l’auto. L’ingresso è stato chiuso a luglio con disposizione del dipartimento Mobilità

 

riapertura-ingresso-carrabile-parco-archeologico-dei-centocelle-2016

 

Parco di Centocelle, si punta a riaprire l’ingresso carrabile: “Soluzione entro 10 giorni”
Speriamo di riuscire a riaprire l’ingresso carrabile del parco. Stiamo lavorando insieme al dipartimento”. Il presidente Giovanni Boccuzzi cerca di venire incontro alle richieste della cittadinanza: tornare a entrare con l’auto dentro il polmone verde di Centocelle, nell’unica porzione di terreno fruibile. Fino al 1 luglio era possibile entrare al civico 712 di via Casilina, parcheggiare l’auto sullo spiazzo in terra battuta subito dopo l’ingresso, passeggiare, andare a correre. Adesso l’accesso è bloccato da blocchi di cemento posizionati dopo una disposizione del dipartimento Mobilità e in seguito a rilevazione effettuate dagli agenti del VII gruppo Casilino.

Un provvedimento necessario secondo i vigili, proprio per ragioni di sicurezza. L’ingresso è ritenuto pericoloso perché troppo a ridosso dell’incrocio con viale della Primavera. “A tutela della pubblica incolumità – è scritto nella nota – si ritiene indispensabile che il dipartimento in oggetto disponga che tale accesso carrabile venga chiuso al pubblico transito, evidenziando che le responsabilità civili e penali, in caso di eventuali danni a terzi, saranno tutte a loro carico”.

 Questione che si tenterebbe di arginare entrando al civico 712 e uscendo dal cancello al civico 730. “Ne stiamo discutendo proprio in questi giorni con il dipartimento nel tentativo di trovare una strada condivisa. Puntiamo a risolvere entro una decine di giorni”. Una possibile soluzione a un problema che ha collezionato una serie di lamentele da parte dei residenti e una mozione in Consiglio da parte delle forze di opposizione di centro destra. 


 

Annunci