Dolore cervicale e vertigini.

Le vertigini sono un sintomo, non una malattia. Possono essere definite come una sensazione di instabilità in relazione all’ambiente circostante. La sintomatologia vertiginosa può variare da una leggera sensazione di instabilità sino ad un’intensa sensazione di capogiro. La sensazione di vertigine potrebbe essere causata da patologie muscolo-scheletriche correlate alla artrosi cervicale.

Il problema per le persone che sviluppano delle vertigini croniche è l’abbassamento della qualità della vita e un senso di insicurezza dovuto a un non pieno controllo delle proprie capacità percettive. Artrosi cervicale e vertigini possono divenire per taluni le due facce della medesima medaglia. Attraverso esercizi preventivi siamo in grado di limitare gli effetti dell’una che diminuiranno le conseguenze dell’altra.

ginnastica per la cervicale

Le vertigini rientrano nella sintomatologia spesso associata al dolore cervicale o cervicalgia: queste manifestazioni sono a volte accompagnate da un senso di nausea e vomito. Artrosi cervicale ed ernia del disco sono due patologie spesso associate alla comparsa di sintomi quali le vertigini.

Il motivo per cui compaiono le vertigini è spesso un ridotto flusso di sangue diretto al cervello. L’ostruzione può avvenire a livello del tratto cervicale della colonna vertebrale. La colonna cervicale ha infatti, tra i suoi compiti, quello di proteggere i vasi sanguigni che portano ossigeno al cervello, in alcuni casi può capitare che problemi alla cervicale riducano la portata delle arterie vertebrali, con conseguente comparsa di vertigini.

Piccoli accorgimenti per prevenire il dolore al collo.

La prevenzione dei disturbi da artrosi cervicale, comprese le vertigini, è possibile anche attraverso tanti piccoli accorgimenti in molte delle azioni che si compiono quotidianamente.

  • Se si svolgono attività lavorative sedentarie è consigliabile cambiare posizione spesso o alternativamente alzarsi e fare anche pochi passi prima di rimettersi in posizione.
  • Quando si utilizza un computer, notebook o desktop, regolare la distanza del monitor ad almeno mezzo metro dagli occhi e più in basso del nostro sguardo. Quando si utilizza il mouse è meglio distendere l’intero avambraccio sulla scrivania, e non la sola mano.
  • Sempre quando si è seduti alla scrivania si possono utilizzare sedie dalla forma ergonomica: queste permettono di mantenere le angolazioni delle ginocchia e della schiena equilibrate.
  • Quando si è seduti mantenere un’altezza della sedia che permetta di poggiare bene le piante dei piedi sul pavimento.
  • Infine, i dolori al collo si possono prevenire attraverso l’utilizzo di specifici cuscini anatomici progettati per la salute della cervicale. Questi evitano che si assumano posizioni del collo sbagliate e, se usati con costanza, sono tra gli strumenti di prevenzione più efficaci.

Gli sport e gli esercizi indicati.

Tra gli sport più indicati per la prevenzione dei dolori alla cervicale c’è il nuoto, che rinforza le strutture muscolari senza causare traumi particolari, in quanto il corpo si trova immerso in un liquido che attutisce i movimenti e i traumi più bruschi.

Anche Yoga e Pilates, tra le diverse discipline, sono utili per la prevenzione della cervicale. Esercizi fisici mirati sull’area del collo servono a sciogliere la muscolatura e le articolazioni. Si tratta di una semplice ginnastica ripetibile tutti i giorni anche a casa o in ufficio. Questi esercizi si fanno compiendo movimenti rotatori ed oscillatori della testa, lentamente e coadiuvandosi con le mani.

Annunci